Una bella performance in #facciospazionelmiospazio #viasilla96 #Roma

www.youtube.com/watch

Nico Colucci, coreografo, ballerino ed ora Scrittore. Il Cammino Del Cretino, libro che racconta in maniera semplice e diretta un sogno, divenuto realtà, in cui il Cretino, il suo amico cantante, Michael Anzalone , e lui, lo Scemo, si ritrovano a camminare camminare e poi ancora camminare, dando vita ad una serie di situazioni che “apriranno gli occhi” su un modo di viaggiare desueto ma , purtoppo ed anche tristemente, molto praticato oggi da milioni e milioni di persone che migrano da un paese all’altro del nostro pianeta. Nico e Michael, scopritori di mille cose in un mondo, il nostro, troppo virtuale. Un Antonio Randazzo, attore, che interpreta alcuni brani del libro e ci lascia stupiti per la sua intensità.

Annunci

Una bella critica per un progetto interessante. Gianni Caon e me, uniti.

04891412-FBCB-4397-AD0A-95627D2D0380ABOUT US – Gianni Caon

ARTISTIC PICTURE PLACE

 

Gianni Caon – photographer

Castelfranco Veneto (TV) in 1955.

Atmospheres suspended in time: this is how the works of Gianni Caon can be defined, which immediately affect the characteristic photographic cut. The saturated colors, the whites and the exasperated blacks of Gianni Caon’s photographs contrast with the everyday life of the immortalized scenes: views of cities of art like Florence, Venice and Rome, alpine and coastal landscapes merge to create a unique tonality and place. The photographs focus each one on a specific detail: Caon’s attention is focused on capturing the light of places, whether they are the rays of the sun reflecting on the mountains or the crystalline mirror of water.
It is very important to be able to capture the exact moment to capture the perfect shot, because the photographs are created through a very special technique: it simulates the creation of an overview through the use of continuous shots, which are then analyzed and juxtaposed to each other , like many pieces of a mosaic.
Very interesting is the collaboration with Stefano Zampieri, who with his pictorial style highlights even more the eternity of the places photographed. Thanks to the dense and decisive brushstrokes, which blend perfectly with the many net contour lines of the images, Zampieri creates static atmospheres, suspended in time, almost “historicized” in their majesty: the observer can therefore immerse himself and abandon himself totally to the painting, a synthesis of the perfect fusion between photography and painting.

Francesca Stocco, Dr. in History of Arts

28 ottobre – open Studio

IL DANZASTORIE DI SICILIA

Alcune storie d’amore sono destinate a rimanere intatte, inviolate, tra un danzastorie ed un opera d’arte di Stefano Zampieri.

AMURI mette in scena l’amore con le opere di Stefano Zampieri che attraverso la musica e la danza si raccontano. Giocando di sottrazione, si confeziona così un opera semplice e piena di sentimento in cui si narra di sé, della scena artistica della Sicilia in rapporto all’opera presentata ogni qualvolta come un passo a due.
28 ottobre ore 19.15
via Silla 96
ROMA
http://Stefanozampieri.net

Faccio Spazio Nel Mio Spazio – Nico Colucci

back stage

 

Una  foto che la dice lunga sul lavoro che

img_0083

stiamo svolgendo. Un bel percorso per preparare un “Video”.

in fotoimg_0085   

 Angela Giassi

 by Stefano Zampieri
Ancora una serie di scene da girare a Roma e poi si parte con il montaggio.

Open Studio – Via Silla 96 Rome – Italy

Oggi a Roma, nel mio Studio, ho risposto ad alcune domande sulla “Creatività” e su come passare da un materiale all’altro ottenendo ciò che si voleva.
Non è certo facile, ci vuole preparazione, studio, abnegazione oserei dire.
Ci si può fare però!
Next week another “Open Studio”.
This is the side “B” in my Studio.

IMG_3394.JPG

IMG_3395.JPG

IMG_3393.JPG